INVESTIAMO I RISPARMI CON METODO

Il blog che ti aiuta a investire i risparmi con metodo sfruttando i mercati finanziari

ORO: DOPO IL RIALZO DEL 2020 SI PREVEDONO TEMPI DURI?

Nel 2020 l’oro ha avuto performance estremamente positive (+22%) ma in questo 2021, il trend non sembra continuare. Nonostante la diversificazione in oro continui ad offrire benefici, alleggerire la sua esposizione potrebbe essere la strategia giusta, secondo Credit Suisse.

Prima di vedere quali sono le motivazioni che porterebbero a un ribasso delle quotazioni dell’oro, vediamo da cosa può essere influenzato il suo prezzo:

 

  • Dai tassi reali: che sono la differenza tra i tassi nominali dei titoli di stato usa a 10 anni e il valore dell’inflazione                                                                                                                                 
  • Dal dollaro: perché sui mercati finanziari l’oro viene scambiato nella valuta statunitense (prezzi in dollari per oncia d’oro); se il dollaro sale, serviranno meno dollari per acquistare un’oncia e, viceversa, se il dollaro si deprezza, sarà necessario un ammontare maggiore per acquistare l’oro.                                                                                                                                         
  • Dal petrolio: visto che un aumento del prezzo del petrolio comporta in linea di massimo un deprezzamento del biglietto verde, di conseguenza, come detto prima, serviranno più dollari per acquistare i beni quotati in questa valuta, come l’oro.                                                                
  • Speculazioni di breve termine. 

oropng


Alleggerire l’esposizione nell’oro può essere una buona idea perché il rischio di inflazione, che solitamente è positivo per l’oro, sembra comunque gestibile in caso di ripartenza robusta dell’economia. Il problema per l’oro è che le attese di inflazione non sono aumentate allo stesso ritmo dei rendimenti nominali, consentendo ai tassi reali come i treasury decennali indicizzati all’inflazione (tips), di recuperare dai rendimenti fortemente negativi da cui erano precipitati.

Inoltre, rispetto all’anno scorso, l’oro non viene più sostenuto dal premio “pandemia” e per tornare a crescere dovrebbero accadere 2 cose:


  1. delusioni sulla ripresa economica che comporterebbero un’inversione del trend al rialzo sui rendimenti nominali;                                                                                                                                 
  2. delusioni sulla crescita economica e sorprese sul fronte inflazione che potrebbe deprimere di nuovo i rendimenti reali ancor più di quelli nominali, attraendo quindi i flussi sull’oro.

 

Ricordo che non possiamo sapere, e nessuno può saperlo con esattezza, quali potranno essere i movimenti di breve sui mercati finanziari; proprio per questo è fondamentale diversificare e non acquistare esclusivamente singoli titoli o singoli settori. 

Nel prossimo articolo affronteremo il tema della riforma del catasto e del relativo aumento delle imposte sugli immobili.